Just another Halloween witch

After a week down with a bad flu and forebodings, I finally woke up feeling better.

It happens that you spend a week home from work with fever, stomach ache and nightmares to keep you company, and every hour feels like forever.

In one of the bad dreams you are with your best friend, waiting for someone important for you, who is late, and you end up waking up before you can meet him.

What can you do when you realize that the limit between the right moment and an unwittingly forcing the hand is too thin? When you feel like you are losing precious time being on your own instead of sharing it with someone you care, but it’s not you who decides. It happens that you feel a weird instinct growing somewhere deep inside, the urge to protect, to keep an eye on something or someone you care for, while you can feel something is happening in the world and nobody will tell you what it is, and you can’t control it. But you will only face the consequences, at the end.

What can one do in this case? Just keep telling yourself that nightmares don’t mean anything, that life is flowing as usual, that it’s only the fever.

Then finally you dream a beautiful dream. You are in your grandmother’s garden – where you are used to meet monsters and wild beasts – and a group of little fairies surrounds you in their flight and ask you to tell the world about their existence. You are the messenger and you start walking towards other human beings. But you change your mind, because it’s not worth it to spoil this beautiful secret.

And I woke up serene again, imagining the sun was shining outside. After all, today it’s Halloween, and I can be a witch again!

Happy Halloween!

Moonily Yours,
Serena

hall
Last year in Dublin…

***

Dopo una settimana di influenza e cattivi presentimenti, mi sono finalmente risvegliata con la mente rilassata.

Quando passi una settimana a casa dal lavoro, con febbre, mal di stomaco e brutti sogni a farti compagnia, ogni ora ha un’essenza di infinito.

Mettiamoci dei sogni in cui sei con la tua migliore amica e aspetti una persona importante, che però è in ritardo, e ti svegli prima di riuscire a incontrarla.

Quando ti rendi conto che il limite tra il momento giusto e il forzare le cose inconsapevolmente è troppo sottile. Quando senti che stai perdendo tempo prezioso da sola e invece potresti condividerlo, ma non sei tu a poter decidere. Quando senti uno strano impulso crescere dal profondo, l’impulso a dover sorvegliare, proteggere qualcuno a cui tieni. A tenertelo stretto perché senti che qualcosa nel mondo sta succedendo e tu non puoi controllarlo. Nessuno ti dirà mai cosa sta accadendo, e tu ne puoi solo vedere le conseguenze, alla fine.

Cosa si fa in questi casi? Ci si ripete che sono solo brutti sogni, che la vita sta solo scorrendo come al solito, che è la febbre a farti star male.

Poi finalmente sogni qualcosa di bello. Sei nel giardino di tua nonna (quello in cui hai sempre sognato mostri e belve feroci), e un gruppo di piccole fate ti circonda e si dichiara pronto a rivelarsi al mondo. Tu devi fare da messaggero, e ti incammini verso altri comuni mortali. Ma dopo pochi passi cambi idea, e preferisci tenere il segreto per te. Non vale la pena rovinare qualcosa di tanto bello rivelandolo ad altri.

Così mi sono finalmente svegliata serena, convinta che fuori ci fosse il sole. E oggi è Halloween, posso finalmente rivestirmi da strega!

Lunaticamente Vostra,
Serena

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.