My 2016 resolutions

Too late for the new year’s resolutions? No, because my list is different!

First of all, I believe in it! This time I really believe in my list, and that’s a good start.

Might the Burren fairies help me giving me the perseverance I need! Because it’s all about perseverance, isn’t it? And regularity. This last word made me wonder if it would become too similar to a routine… No!!!!!!!! No routine, please. The list is going to change during the year. Yes!!!!!! My list will change.

P1110544

I have also written down some rules on the first page. This is how it works:

  • Making the list (quite logical), planning how often per week I want to do that particular thing;
  • Doing nothing more often than stated. If you do something more often, you will obviously take away time from something else. You can’t do everything;
  • At the end of each month, assess the situation, realistically, looking at what you actually managed to do that month;
  • The most important rule: be happy with what you do, no matter the list.

I expect it to work well this year. First of all, my list is realistic. There’s nothing weird or so new that I know I’ll never do. It’s a list full of things I love doing, but for what I’m struggling to find time or motivation to do.

I don’t feel guilty not putting in it things like “go every day to the gym”, or “read ten books every month”.

What about you? Did you make your list? Is it going to change during the year, or will it be forgotten by the end of January?

Moonily Yours,
Serena

***

P1110546.JPG

Tardi per stilare la lista dei buoni propositi del 2016? No, perché quest’anno la lista è strutturata in modo diverso.

Prima di tutto: ci credo! Stavolta ci credo davvero, e questo è un buon inizio.

Forse le fatine sul piccolo taccuino che ho adottato per la lista mi assisteranno e infonderanno forza per essere costanza. Perché è questa la parola chiave quest’anno: costanza! Una parola che può far pensare più a una routine. Per carità, lungi da me! Nessuna routine per favore, la lista si modificherà durante l’anno.

Ho scritto le regole dei propositi sulla prima pagina:

  • Preparare la lista (abbastanza logico), pianificando quante volte a settimana si vuole fare quella determinata cosa.
  • Non fare niente più spesso di quanto pianificato (il tempo è quello. Se fai di più, sicuramente togli tempo a qualcos’altro. Non si può fare tutto).
  • Fare una valutazione alla fine di ogni mese per verificare realisticamente cosa è successo, e modificare la frequenza a seconda della realtà.
  • Il punto più importante: Essere contenti di quanto si riesce a fare, a prescindere dalla lista.

La mia previsione è che ci sono buone probabilità che questo modus operandi risulti vincente quest’anno. Prima di tutto perché la mia lista è realistica. Non ci sono cose che so non farò mai. Sono tutte attività o hobby che amo, progetti che magari non porto avanti come e quanto vorrei, o cose che facevo costantemente in passato e mi piacerebbe ricominciare.

Diciamo che “andare in palestra tutti i giorni” o “leggere 10 libri al mese” non sono inclusi.

E voi avete fatto la vostra lista? Si modificherà durante l’anno o la dimenticherete dopo questa settimana?

Lunaticamente Vostra,
Serena

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s