Travelling with new friends

Last month I spent a weekend in Amsterdam with two new friends of mine.

“New friends” in this case means two girls I met by chance in Galway last January, with whom I kept in touch. They came back visiting recently, and asked me if I wanted to join them in their trip to the Netherlands. Just like that, out of the blue.
I didn’t spent a second reckoning how would it be a tiny vacation with two nice girls you met twice in your whole life, whose tastes and lifestyle you have no clue.
I just said “Yes”!

However, sometimes it’s not easy to travel even with friends you know for ten years, who we know so well and know us so deeply. Think when you are with new friends!

p1120628

Il mese scorso ho trascorso un weekend ad Amsterdam con due nuove amiche.

“Nuove amiche” significa che sono due ragazze canadesi incontrate per caso a Galway lo scorso Gennaio, con cui sono rimasta in contatto e che sono venute a trovarmi recentemente.
Dal nulla mi hanno proposto di unirmi a loro per una breve visita in Olanda.
Non ho pensato nemmeno per un attimo a come sarebbe stata una mini-vacanza con due simpatiche ragazze incontrate due volte in vita mia, di cui non conosco gusti e stile di vita.
Ho accettato senza pormi domande.

A volte, però, non è facile viaggiare nemmeno con gli amici di dieci anni, di cui sappiamo tutto e che sanno tutto di noi, figuriamoci con nuovi amici!

p1120630

In my case, the holiday was great, and I have written down some notes and advise on what I think made this experience easier and enjoyable:

  1. Measure your expectations: before leaving, I always study my destination in advance and make a list of places I’d love to see. This time I just thought that leaving with no plans was a good idea. I admit I have bought a city guide at the airport though.
  2. Be the first to propose something: I told the girls there was just one thing that I really wanted to visit: Rembrandt’s house. Then I asked them if there was anything they wanted to see too.
  3. Hop-on hop-off bus: one of the “new friends” had a great idea in order to have a city overview and taking turn choosing where to stop: the hop-on hop-off bus.
  4. Improvise: We were having dinner along one of the many canals, when we saw this boat with a bar on board. On the spot, we decided to write down the name of the company, look for the starting point and leave for a night tour. The best experience in the whole trip.
  5. Adapt: Don’t complain if one of you chose a creepy hostel. You could be the next choosing a bad restaurant or the wrong pub.
  6. A drink or two: Oh yes, alcohol helps. Conversations flow much better having a couple of drinks together when you don’t know each other.

Safe journey!

Moonily Yours,
Serena

p1120626

Nel mio caso la vacanza è andata alla grande, e ho annotato alcune osservazioni e consigli su ciò che credo abbia contribuito alla felice riuscita:

  1. Moderate le aspettative: Prima di partire, di solito mi informo e faccio liste di cose che vorrei vedere. Questa volta ho ben pensato che partire senza piani avrebbe funzionato meglio. Anche se ammetto di aver ceduto alla tentazione di comprare una guida in aeroporto.
  2. Avanzate una proposta: Ho detto alle ragazze che c’era una sola cosa che volevo visitare assolutamente: la casa di Rembrandt. E ho chiesto se avessero anche loro delle preferenze.
  3. Hop-on hop-off bus: Una delle “nuove amiche” ha avuto una grande idea per poter avere una panoramica della città e scegliere a turno i luoghi in cui fermarci: il bus hop-on hop-off.
  4. Improvvisate: Cenando su uno dei tanti lungo-canali abbiamo visto passare una barca con un bar a bordo. Abbiamo deciso istantaneamente di annotare il nome della compagnia che organizzava, cercare il punto di partenza e partire per un tour serale sui canali di Amsterdam. L’esperienza più bella in assoluto.
  5. Adattarsi: Non lamentarsi se una di voi nella compagnia sceglie un ostello pauroso. La prossima potresti essere tu, magari a scegliere il ristorante sbagliato o il pub più scarso.
  6. Un drink o due: Eh sì, l’alcol aiuta. Quando non ci si conosce bene e si hanno un paio di drink insieme, le conversazioni e il familiarizzare diventa più semplice.

Buon viaggio!

Lunaticamente Vostra,
Serena

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s